WhatsApp Image 2022-01-17 at 19.34.45 (3).jpeg

Hello

"Ho trovato una necessità ed un problema di molte attività e mi sono adoperato per risolverlo; non esistono pulsanti magici o soldi gratis ed allo stesso tempo bisogna essere in grado di saper sacrificare molte cose". Andrea Caruso, a soli 18 anni ha un’attività online di servizi riguardanti il marketing digitale ed è seguitissimo sui suoi profili social!

Informazione.it

  • Instagram
  • LinkedIn

Recentemente al: 

Corriere_della_Sera.svg.png

In lui la tradizione è diventata un futuro e la crisi una strada lavorativa. Andrea Caruso, romano, il giorno del suo diciottesimo compleanno si è fatto un regalo: aprire una piccola società di marketing a suo nome.
Tutto nasce durante il primo lockdown nel 2020, dettato dalla pandemia da Covid. Giorno dopo giorno vedeva il ristorante, frequentato spesso dalla sua famiglia, andare sempre più in difficoltà. Il nonno, in particolare, gli era affezionato. Ed è proprio dal rapporto con lui che Andrea si lascia scalfire e permeare da una nuova idea imprenditoriale. «Sono cresciuto nell’ufficio del nonno, tipico imprenditore del dopoguerra che ha fatto nascere un’azienda dal nulla. Anche io stavo vivendo un piccolo nulla, vedevo le serrande abbassate, la crisi dei piccoli negozianti e non volevo stare con le mani in mano». Tutto nasce da quel ristoratore, ormai di famiglia, al quale un giorno ha proposto di aiutarlo gratuitamente ad attirare qualche cliente in più attraverso i social. L’aiuto viene accettato e diventa subito un respiro per quella piccola attività. «A mano a mano studiavo, approfondivo e ho intuito che quella via poteva diventare una professione reale. Da quando ho quindici anni desidero non accontentarmi di un percorso tradizionale, cioè prima ci si laurea e poi si cerca un lavoro. Oggi sono all’ultimo anno di liceo Scientifico e sono indipendente economicamente. Ma la soddisfazione più grande è poter aiutare le attività, non più solo piccole, a farsi conoscere attraverso il web». La sua idea da settembre ha un nome, Resilience agency, resilienza perché anche nei momenti duri si può andare avanti, e il claim della piccola società recita “From local to global”: far conoscere senza confini il bello e la qualità. «Mi confronto, osservo, chiedo. Anche mentre gioco a carte con il nonno, tutt’ora, lo sommergo di domande e parliamo di cosa significhi oggi far crescere un’idea». Dal proporre la creazione di grafiche su Instagram e la gestione dei profili social, oggi Andrea ha ampliato i servizi. Non è facile studiare e lavorare, ma nella prospettiva fa capolino l’università con gli studi in Management e, sicuramente, la crescita della società. Ad aiutarlo altri giovani con il quale collabora: fotografo e videomaker, media buyer, copywriter. «Ora sto cercando un ragazzo che faccia la Seo. Mi hanno contattato decine di ragazzi che hanno tanta voglia di fare. Con molti sono nate amicizie vere: il virtuale è diventato reale, fino a essere il mio lavoro».

Copy of Veni Vidi Vici (9).png

“𝗖𝗼𝘀𝗮 𝘁𝗶 𝗵𝗮 𝘀𝗽𝗶𝗻𝘁𝗼 𝗮 𝗳𝗮𝗿𝗲 𝗰𝗶𝗼'?”

Non ho mai voluto essere alle dipendenze di nessuno e ne dover aspettare anni ed anni di studio per poter andare alla ricerca di un lavoro e poi costruirmi un futuro. Già a 15 anni avevo diverse pagine Instagram di nicchia dove vendendo pubblicità a chi al tempo faceva dropshipping (senza minimamente sapere cosa fosse). Qualche anno dopo, durante la quarantena, ho collegato i puntini e deciso di iniziare a capire come costruire un qualcosa di mio che potesse risolvere un problema/ esigenza di molte attività. Il mio perché principale è l’indipendenza 

Screenshot (114)_edited.jpg

Conosciamoci!

Prenota una chiamata conoscitiva direttamente con me!